Cerca

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Tag

stupidità

L’insostenibile stupidità dell’essere.

neuroni

Sai quandoti senti figa perché sei riuscita a farti una doccia, asciugarti i capelli e vestirti senza nessuno intorno che lagni o che ti chieda quanto pesa una montagna o se può andare a far pipì? Ecco, era uno di quei giorni, tutto procedeva regolarmente fin quando non mi sono imbattuta nell’ennesimo essere vivente che con la sua superficiale semplicità, ha mi gelata. Fiera del mio outfit, di come quella particolare maglietta si adattasse senza comprimere, mi sono trovata semplicemente a chiedere:”Scusi, devo fare la visita medica per la patente la stanza è questa?”
Ho visto subito come il suo sguardo di donna umiliata dalla natura e ferita dalla vita, si è posato sul mio nobile ventre e come abbia sorriso, allora l’ho bloccata subito, non volevo sentire quello che pensava, mi era bastata l’espressione e con un secco “No!” ho cercato di fermarla. L’essere non pago ha insistito:
“No, perché g..”
“Nooo!”- ho ripetuto, ma lei svelta:
“no guarda, perché ce l’hai a punta e ti avrei detto maschio!”
Ecco, il male e la morte non si augurano a nessuno, ma l’essere ci è andato pericolosamente vicino, minimo si merita un bruciaculo lungo due giorni. Un po’ come Fulvia di Rieducascional Ciannel, mi chiedo cosa spinga gli esseri viventi ad aprire bocca senza usare quella manciata di neuroni che la natura ha fornito loro, ci deve essere dietro un disagio, una carenza, non possono pensare semplicemente che sia simpatico dire certe cose. Ora, a onor del vero c’è da dire che non sono una 38, neppure una 40, diciamo che riempio bene bene una 42; non ho la pancia piatta da circa 19 anni, ma se mi sento figa non mi devi rompere le palle.

L’intollerante.

Forte di citazioni come “La causa principale dei pr14280567_959731527469520_1456224319_n1oblemi è che al  mondo d’oggi gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.” (B. Russell) mi convinco di essere dalla parte giusta del fiume e riesco a sopravvivere. Ogni azione porta delle conseguenze e non sempre pari e contrarie. Educare i figli attraverso l’esempio è una delle mie più grandi convinzioni, il problema è che non sempre credo di essere la persona più adatta da prendere a modello.  Dico veramente un sacco di parolacce, mi innervosisco troppo di fronte alla stupidità umana, sono intollerante verso la “bella gente” e il “bel mondo”, mi vengono le bolle al solo pensiero. Detto ciò credo nella evoluzione della specie,  quindi spero  che la mia  prole migliori i miei difetti, li perfezioni fino a farli diventare pregi; non sarà un compito facile, dovranno lavorare parecchio, ma sono sicura che ci riusciranno. Tra i vari pregi che ho,  quello che preferisco è, come ho già detto l’intolleranza, non una antipatia generica; spesso non tollero che altre persone respirino la mia stessa aria, abbiano il mio stesso diritto di voto e cose simili, quindi quando la figlia grande mi chiede, anzi mi sfinisce per un’estate intera, di poter andare ad una serata in discoteca in cui l’ospite è un “ballerino”, l’ex di, il prediletto di, insomma un personaggio  che racchiude tutto quello che detesto, mi faccio tremila domande su quello che ho trasmesso come genitore, su come sia possibile che mia figlia, sangue del mio sangue, possa smaniare per vedere un essere del genere; poi, sotto consiglio della mia amica geniale, faccio un salto indietro nel tempo,  mi vedo a 17 anni e capisco che forse esagero, che c’è tempo per crescere e iniziare a detestare la “bella gente”. Passa l’estate, si avvicina la data del triste spettacolo, ma non mi arriva nessuna richiesta, quindi chiedo il motivo e la risposta mi spiazza: “Sai mamma nella stessa data c’è il compleanno di Tizio. Non essendo “figo” nessuno ci va e a me dispiace troppo; non lo trovo giusto, quindi vado al suo compleanno”.  E qui scatta l’applauso. Sto facendo un buon lavoro, in culo a tutti quelli che per anni si sono presi la briga di riempirmi di consigli, non richiesti, solo per il fatto che ero giovane e quindi incapace,  a detta loro, di crescere figli.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Le jardin de Paolo

Leggero come una piuma, forte come una roccia

La Valigia dei Pensieri

Fai viaggiare i tuoi pensieri!

Racconti brevi di vita quotidiana ( spero allegri ed umoristici) aforismi pensieri idee di un allegro pessimista

Guai a prendersi troppo sul serio. Racconti allegri pensieri idee di un allegro pessimista

friulimultietnico

🇮🇹più lingue conosci più vali🇸🇮🇪🇺🇦🇹

NemoInCucina

Mangiare Bene - Vivere Bene

@didiluce photo blog

"Chi evita l'errore elude la vita." C. G. Jung

piccolienuovicom.wordpress.com/

Prepararsi alla nascita

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Viviana Chinello

psicologa psicoterapeuta sessuologa specialista in EMDR

eternamenta

MontJoy, Louis Dieudonnè!

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla, una voce che parla scrivendo, punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

ASTRADIE

LIBERTE - RESPECT- FORCE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: