Cerca

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Tag

sogni

Sogno d’una notte di mezza estate.

Passo mesi senza sognare e poi all'improvviso, ecco che arriva lui…un tranquillo pomeriggio estivo mio cognato mi invita a vedere la nuova casa al mare che ha comprato; mi dice:
-Andiamo in macchina perché è un po' lontana (in effetti da Livorno, per arrivare a Los Angeles ci abbiamo messo una mezz'ora buona).
Una volta lì, si va in una specie di ristorante dove conosco una marea di persone e sopratutto incontro lei, una delle menti più brillanti che io conosca, mai scontata sempre originale e geniale; sono un po' stordita per quel suo essere sempre divisa tra mente, corpo, anima e cuore che si sa, un po' destabilizza, comunque mi metto a parlare con lei del fatto che finalmente, era riuscita a decidersi e mollati i figli ormai grandi, aveva deciso di seguire anima e cuore. Mentre stiamo chiacchierando su un divano, si apre una porta ed esce lui, l'uomo che mi ha insegnato a non aver paura, ad essere diversa anche se mi chiamavano strega, a non arrendermi come Sally perché la vita è solo un brivido che vola via, a fregarmene e ballare tutta colorata come Susanna e a pensare di godere di ogni momento anche con il rewind: insomma, Vasco.
Cosa ci posso fare? Le figure maschili di riferimento me le sono dovute trovare da sola e lui ha da sempre incarna quella parte selvaggia, rock, che mi vergognavo di avere. E poi lo devo ammettere, a me lui ispira da sempre tanto, tanto sesso. Anche mio marito lo sa e un po' si spaventa perché non capisce: è brutto, è vecchio…
Sì, sì, va bene, ma hai sentito la voce come graffia? Mi sento ogni nota che mi passa sulla pelle e mi fa impazzire, un brivido costante. Comunque, tornando al sogno, entra lui, si siede vicino a me e comincio a raccontargli di cosa lui abbia rappresentato per me. Mio marito ci guarda e mi fa "Vi lascio da soli" e se ne va e al quel punto…. la mia amica, quella del sogno, quella sempre originale mai banale, mi manda un sms e mi sveglia!
È proprio vero che tutti prima o poi ti deludono….

La mia amica geniale 

Follow my blog with Bloglovin

Se i sogni sono la porta sul nostro inconscio, è bene che la mia rimanga ben chiusa. Se saperli interpretare è importante per conoscerci meglio, a me sta bene avere un rapporto superficiale con il mio inconscio. Non voglio capire i motivi che stanno dietro al sogno che mi ha fatto svegliare con un peso sul cuore e un’incazzatura nell’anima. Però lo racconto così magari non ci penso più. Era una notte buia e tempestosa, non è vero era solo notte, ma adoro Snoopy, comunque era notte. Squilla il telefono, ed, essendo l’unico menbro della famiglia che reagisce in tempi brevi se stimolato, vado a rispondere. Era la polizia di Lucca: una donna con voce cupa si scusa per l’ora, ma deve informarmi che la mia amica, quella che sa più cose di me che io stessa, quella con cui non riesco ad essere normale, quella che fa la saggia perché lei certe cose le ha studiate, quella che è sempre stata fuori da ogni schema, insomma lei, è morta e chiamano me perche è l’unico numero che si legge sul suo cellulare anteguerra è il mio. Mi assale subito un dolore al petto, mi tremano le gambe, non capisco, penso subito alla figlia, al compagno e ora come faccio a dirlo. Poi chiedo come è successo e, qui cari dottori mi dovete venire incontro, perché l’amica, quella cretina che deve sempre fare l’alternativa, era andata con un’amica a mangiare la pizza e fin qui tutto bene; il problema è che lei è anche vegetariana quindi non poteva ordinare una pizza che so broccoli e salsicce o speck e mascarpone no, lei deve fare l’originale e allora ordina una pizza ai petali di rosa e resta soffocata proprio con un petalo. Quindi mi sveglio stanca, triste e incazzata.

Maledetta la carta e chi la usò.

È stato sempre difficile trovare la scusa giusta o per lo meno credibile, per confermare l’esistenza di Babbo Natale, e quest’anno, avendo già frantumato la credibilità della fatina dei denti ( dopo due giorni che non vedevano soldi accanto al dentino mi hanno chiesto 20 euro, dopo una contrattazione degna di un souk sono scesa a 10), sono stata attenta ai particolari, perché Pena&Panico appartengono al genere di bambine che la sera prima di andare a dormire dicono la preghierina a Babbo Natale. O almeno così credevo.Funesta fu la mia perversione per l’abbinamento dei colori: ho comprato la carta da regalo da Tiger, fantastica, rossa a cuoricini bianchi, che stava un amore con gli addobbi dell’albero. Il problema si è presentato quando hanno realizzato che tutti i regali, anche quelli che loro avevano fatto allo zio, erano avvolti nella stessa carta. Ho provato a sviare la loro attenzione con la Nutella, ma niente, ormai il ragionamento era partito e doveva finire. La domanda finale è stata “Ma perché poi dovrebbe portare i regali ? Perché lo fa?” avrei voluto rispondere con un “credo per senso di colpa” ma è uscito un classico “per festeggiare tutti i bambini”quindi non potevo non aspettarmi come risposta che un “bella gara!”.

  

Fatine indaffarate. 

Non ci si può distrarre un attimo che si frantumano sogni e certezze. Stamani Pena&Panico si svegliano borbottando ” oh lo sapevo io che non esiste neppure la fatina dei denti ?!”. Apro gli occhi, ancora confusa, realizzo di non aver messo i soldini sotto al cuscino, provo con un “sotto Natale è in festa”, ma niente, Panico non si arrende “Magari 5€ ce le potevi mettere, mamma!”. Sono nella fase ” non è vero ma ci credo”, la più bella. Stasera provo a rimediare, metterò soldino e lettera di scuse, darò la colpa a Babbo Natale, speriamo funzioni.  

Dopotutto io sono più il tipo da angelo custode!

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Le jardin de Paolo

Leggero come una piuma, forte come una roccia

La Valigia dei Pensieri

Fai viaggiare i tuoi pensieri!

Racconti brevi di vita quotidiana ( spero allegri ed umoristici) aforismi pensieri idee di un allegro pessimista

Guai a prendersi troppo sul serio. Racconti allegri pensieri idee di un allegro pessimista

friulimultietnico

🇮🇹più lingue conosci più vali🇸🇮🇪🇺🇦🇹

NemoInCucina

Mangiare Bene - Vivere Bene

@didiluce photo blog

"Chi evita l'errore elude la vita." C. G. Jung

piccolienuovicom.wordpress.com/

Prepararsi alla nascita

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Viviana Chinello

psicologa psicoterapeuta sessuologa specialista in EMDR

eternamenta

MontJoy, Louis Dieudonnè!

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla, una voce che parla scrivendo, punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

ASTRADIE

LIBERTE - RESPECT- FORCE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: