Cerca

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Tag

Report

Pan d’Oro

Tra le tante cose che lo Zio Mauro mi ha insegnato, c’è quella di leggere bene l’etichetta del prodotto, quello che sto per comprare. Per prima cosa boicotto le multinazionali, poi controllo la provenienza, poi gli ingredienti , solitamente controllo a casa su internet e nel dubbio nn compro, so di essere un po’ paranoica, ma ho imparato dal migliore. Mi ricordo ancora quando siamo stati un’ora e mezza alla coop perché non avevano il pane comune, cioè un tipo di pane semplice che per legge deve costare poco e che tutti gli esercizi che vendono pane devono avere; ho sempre apprezzato il suo modo semplice e diretto di dire le cose, non l’ho mai visto arrabbiato con nessuno, ma sempre pronto a protestare contro tutti per le ingiustizie. Cmq bando ai sentimentalismi, grazie ai suoi insegnamenti mi sono messa a leggere gli ingredienti di un pandoro senza glutine del peso di 250 gr.:
amido di Mais, acqua, margarina, uova, zucchero, miele d’acacia, lievito, emulsionanti: E422, E471, aromi, destrosio, gomma di xantano, E464, fibra di semi di pysillium, farina di semi di guar, sale.
Per prima cosa osservo che non è fatto di farina ma di amido, quindi più calorica e meno costosa; cerco su internet il costo dei vari ingredienti e non riesco a giustificare il costo. Il pandoro 250 gr. Mi è costato 10.72 € !!! cioè 42,88 al Kg. !!!! l’unica spiegazione plausibile è che il costo sia elevato perché è un prodotto mutuabile e quindi acquistabile con i buoni che ci passa l’asl; se è così il mio vaffanculo si fa ancora più grande.
Un pandoro fatto di amido di mais non può costare 44 € al kg, ma neppure se me lo viene a fare Banderas a casa!
DSC3929-640x426

Celiaci e contenti.

Più che la regina dei fornelli, sono la dea dell’arte dell’arrangiarsi, quindi  capirete il mio dramma quando la celiachia mi ha battuto per tre a zero. Sì, perché su tre figlie, tre sono celiache. Mi si è aperto un mondo, o per meglio dire,  un mondo mi ha aperto il cranio. Dopo un iniziale fase di smarrimento, le cose sono migliorate, sia perché non sono io che ho trasmesso la mutazione, ma mio marito, sia perché non ci sono alternative. La celiachia è tornata, recentemente a far parlare di sé,  in seguito al servizio della trasmissione Report. Report è una di quelle trasmissioni che non sai mai se schedare come “il miglior modo di finire la settimana” o “il peggior modo di iniziare una nuova settimana”. Fatto sta che quella domenica non ho guardato il servizio sulla celiachia;  il lunedì vengo travolta da una serie di commenti,  fatti su FB, da celiaci  scandalizzati dal pezzo andato in onda. Vado sul sito di Report,  guardo il servizio  e lo trovo preciso, reale, per niente fuorviante;  fatico a capire tutto il clamore sollevato, sarà che io è da anni che trovo vergognoso far pagare 250gr di pasta anche 6 Euro, che faccio notare come i vari alimenti siano strapieni di zuccheri o additivi, che i buoni servono solo per far arricchire la grande distribuzione e qualche politico a Roma. Non ho mai permesso alle mie figlie di sentirsi malate,  diverse sì, non tanto perché non possono ingerire glutine, ma perché così è il mondo, così è la vita, siamo tutti diversi c’è chi ha gli occhi azzurri, c’è chi ha i capelli lunghi e chi è celiaco, non dobbiamo fare un dramma per una cosa che è facilmente arginabile. Non voglio sminuire la celiachia, perché so quanto è difficile,  ma vi assicuro che ogni volta che vado al Meyer per un controllo penso ” che fortuna che sono celiache”.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Le jardin de Paolo

Leggero come una piuma, forte come una roccia

La Valigia dei Pensieri

Fai viaggiare i tuoi pensieri!

Racconti brevi di vita quotidiana ( spero allegri ed umoristici) aforismi pensieri idee di un allegro pessimista

Guai a prendersi troppo sul serio. Racconti allegri pensieri idee di un allegro pessimista

friulimultietnico

🇮🇹più lingue conosci più vali🇸🇮🇪🇺🇦🇹

NemoInCucina

Mangiare Bene - Vivere Bene

@didiluce photo blog

"Chi evita l'errore elude la vita." C. G. Jung

piccolienuovicom.wordpress.com/

Prepararsi alla nascita

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Viviana Chinello

psicologa psicoterapeuta sessuologa specialista in EMDR

eternamenta

MontJoy, Louis Dieudonnè!

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla, una voce che parla scrivendo, punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

ASTRADIE

LIBERTE - RESPECT- FORCE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: