Cerca

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Tag

amica

Mercoledì pisani

Metti un’amica di quelle mai banali, sempre originali dalla mente vispa e dai modi garbati, metti che abbiamo in comune un sacco di cose ma ne abbiamo ancora di più agli antipodi, metti che ci piace stare insieme e che il mercoledì ci sono un sacco di stoffe a pisa e la mattinata è fatta. Pile cariche per tutto il giorno. Stoffa (o stoffine solo per pochi intimi) presa, oggi vado dalla maestra e si ricomincia.

Sogno d’una notte di mezza estate.

Passo mesi senza sognare e poi all'improvviso, ecco che arriva lui…un tranquillo pomeriggio estivo mio cognato mi invita a vedere la nuova casa al mare che ha comprato; mi dice:
-Andiamo in macchina perché è un po' lontana (in effetti da Livorno, per arrivare a Los Angeles ci abbiamo messo una mezz'ora buona).
Una volta lì, si va in una specie di ristorante dove conosco una marea di persone e sopratutto incontro lei, una delle menti più brillanti che io conosca, mai scontata sempre originale e geniale; sono un po' stordita per quel suo essere sempre divisa tra mente, corpo, anima e cuore che si sa, un po' destabilizza, comunque mi metto a parlare con lei del fatto che finalmente, era riuscita a decidersi e mollati i figli ormai grandi, aveva deciso di seguire anima e cuore. Mentre stiamo chiacchierando su un divano, si apre una porta ed esce lui, l'uomo che mi ha insegnato a non aver paura, ad essere diversa anche se mi chiamavano strega, a non arrendermi come Sally perché la vita è solo un brivido che vola via, a fregarmene e ballare tutta colorata come Susanna e a pensare di godere di ogni momento anche con il rewind: insomma, Vasco.
Cosa ci posso fare? Le figure maschili di riferimento me le sono dovute trovare da sola e lui ha da sempre incarna quella parte selvaggia, rock, che mi vergognavo di avere. E poi lo devo ammettere, a me lui ispira da sempre tanto, tanto sesso. Anche mio marito lo sa e un po' si spaventa perché non capisce: è brutto, è vecchio…
Sì, sì, va bene, ma hai sentito la voce come graffia? Mi sento ogni nota che mi passa sulla pelle e mi fa impazzire, un brivido costante. Comunque, tornando al sogno, entra lui, si siede vicino a me e comincio a raccontargli di cosa lui abbia rappresentato per me. Mio marito ci guarda e mi fa "Vi lascio da soli" e se ne va e al quel punto…. la mia amica, quella del sogno, quella sempre originale mai banale, mi manda un sms e mi sveglia!
È proprio vero che tutti prima o poi ti deludono….

Spallucce

Se essere sportivi implica anche solo un briciolo di competizione, allora sono l’anti sportività fatta persona, sono più un tipo da ginnastica togli rimorso, nel senso che vado in palestra, mi faccio un culo tanto cosi che se mangio come un bue, non provo rimorso. Il fatto è questo: ho trovato il mio equilibrio, faccio regolare attività fisica, mi scarico da tutte le tensioni negative e non rompo i coglioni a nessuno…o quasi, ma questo è un altro discorso. Quindi: perché tutti si sentono in dovere di darmi consigli su come migliorare? L’ultima in ordine cronologico è questa: mi stavo facendo allegramente i fatti miei quando ho avuto la malaugurata idea di intromettermi nella conversazione di un’amica con una sua conoscente (che si è poi rivelata essere la sua pt). Dopo un po’ che si chiacchiera mi fa (la tipa, non l’amica):

-Ma tu fai sport?  

Per rimanere subito simpatica, rispondo:

-Perché? Non si vede?

-no, si ma cosa fai ? In quale palestra…ecc..

Rispondo e lei:

-Ah, fai solo allenamento cardio? Cioè, sai che non fa bene? Dovresti alternare, fare attrezzi, corpo libero e bla bla bla…

A quel punto la mia amica posa lo sguardo su di me ed esclama:

-Cazzo fai spallucce?!?!?

E ride, in effetti era partita la spalla; da apprezzare che il resto del corpo sembrava attento e interessato, mi ha tradito solo quel piccolo particolare, scoperto grazie all’occhio esperto di una peggio di me. Perché, si sa, il linguaggio del corpo dice molto e, andando di citazione in citazione, ne uccide più la lingua della spada. Io però sono diventata brava a controllare le mie reazioni, ad oggi non ho ancora ucciso nessuno, ho capito che la cosa più importante da fare per cercare di essere il più obiettiva possibile o quantomeno più elegante nei modi, è fare una telefonata che suppergiù inizia così: “Ora tu mi ascolti e mi dici che ho ragione io, poi ne parliamo…”. 

È proprio vero che una telefonata ti allunga la vita!

La mia amica geniale 

Follow my blog with Bloglovin

Se i sogni sono la porta sul nostro inconscio, è bene che la mia rimanga ben chiusa. Se saperli interpretare è importante per conoscerci meglio, a me sta bene avere un rapporto superficiale con il mio inconscio. Non voglio capire i motivi che stanno dietro al sogno che mi ha fatto svegliare con un peso sul cuore e un’incazzatura nell’anima. Però lo racconto così magari non ci penso più. Era una notte buia e tempestosa, non è vero era solo notte, ma adoro Snoopy, comunque era notte. Squilla il telefono, ed, essendo l’unico menbro della famiglia che reagisce in tempi brevi se stimolato, vado a rispondere. Era la polizia di Lucca: una donna con voce cupa si scusa per l’ora, ma deve informarmi che la mia amica, quella che sa più cose di me che io stessa, quella con cui non riesco ad essere normale, quella che fa la saggia perché lei certe cose le ha studiate, quella che è sempre stata fuori da ogni schema, insomma lei, è morta e chiamano me perche è l’unico numero che si legge sul suo cellulare anteguerra è il mio. Mi assale subito un dolore al petto, mi tremano le gambe, non capisco, penso subito alla figlia, al compagno e ora come faccio a dirlo. Poi chiedo come è successo e, qui cari dottori mi dovete venire incontro, perché l’amica, quella cretina che deve sempre fare l’alternativa, era andata con un’amica a mangiare la pizza e fin qui tutto bene; il problema è che lei è anche vegetariana quindi non poteva ordinare una pizza che so broccoli e salsicce o speck e mascarpone no, lei deve fare l’originale e allora ordina una pizza ai petali di rosa e resta soffocata proprio con un petalo. Quindi mi sveglio stanca, triste e incazzata.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Le jardin de Paolo

Leggero come una piuma, forte come una roccia

La Valigia dei Pensieri

Fai viaggiare i tuoi pensieri!

Racconti brevi di vita quotidiana ( spero allegri ed umoristici) aforismi pensieri idee di un allegro pessimista

Guai a prendersi troppo sul serio. Racconti allegri pensieri idee di un allegro pessimista

friulimultietnico

🇮🇹più lingue conosci più vali🇸🇮🇪🇺🇦🇹

NemoInCucina

Mangiare Bene - Vivere Bene

@didiluce photo blog

"Chi evita l'errore elude la vita." C. G. Jung

piccolienuovicom.wordpress.com/

Prepararsi alla nascita

Il Bistrot dei Libri

"Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso" Daniel Pennac

Viviana Chinello

psicologa psicoterapeuta sessuologa specialista in EMDR

eternamenta

MontJoy, Louis Dieudonnè!

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla, una voce che parla scrivendo, punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

ASTRADIE

LIBERTE - RESPECT- FORCE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: