Ancora emana un leggero olezzo di bruciato. Ma io non mollo, non voglio buttare un pezzo di storia, un pezzo di vita si di vita perché questa macchina lha comprata una delle figure maschili  più importanti, per me.  Sarebbe come buttare una parte di ricordi, una parte di insegnamenti perché se lui fosse qui fisicamente si metterebbe a leggere le istruzioni e cercherebbe di capire il problema per poi spiegarmelo. Magari poi sarebbe tutto da buttare ma almeno ci abbiamo provato. Quindi che mio marito riesca ad aggiustarla o meno questa pedalina resterà qui con me, come la giacca di pelle nell’armadio, come un monito, uno specchio a cui chiedere nel momento del bisogno e sperare di aver capito bene tutti gli insegnamenti, sia a parole che con i fatti. In pratica in ogni stanza o qualcosa che mi ricorda che persona speciale ho avuto l’onore di avere come zio. Basta però sennò qui le lacrime non smettono più di scendere, concludo ricordando un suo grande fallimento…volermi insegnare la matematica Ancora emana un leggero olezzo di bruciato. Ma io non mollo, non voglio buttare un pezzo di storia, un pezzo di vita, si, di vita, perché questa macchina l’ha comprata una delle figure maschili più importanti per me. Sarebbe come buttare una parte di ricordi, una parte di insegnamenti, perché se lui fosse qui fisicamente, si metterebbe a leggere le istruzioni e cercherebbe di capire il problema per poi spiegarmelo. Magari poi sarebbe stato tutto da buttare, ma almeno ci avremmo provato. Quindi, che mio marito riesca ad aggiustarla o meno, questa pedalina resterà qui con me, come la giacca di pelle nell’armadio, come un monito, uno specchio a cui chiedere nel momento del bisogno e sperare di aver capito bene tutti gli insegnamenti, sia a parole che con i fatti. In pratica, in ogni stanza ho qualcosa che mi ricorda che persona speciale ho avuto l’onore di avere come zio. Basta però, sennò qui le lacrime non smettono più di scendere; concludo ricordando un suo grande fallimento: volermi insegnare la matematica.