Eccomi qua, di nuovo. Concedetemi almeno il pregio di non arrendermi. Mi prendo dei lunghi periodi di pausa in cui scrivo senza pubblicare, perché non tutto deve essere ricordato, non voglio mettermi a parlar male del tipo o della tipa di turno, degli amici meteore e delle solite delusioni: basta, si cresce,! Si cambia per migliorarsi, così sono tornata a raccontarmi, a parlare delle mie passioni, dei miei incontri strani. Mi sono allontanata con eleganza da chi mi voleva diversa, rinchiusa nei cliché imposti dalla sua ignoranza e devo dire: ah bene!!!
Mi ero fatta incantare da una spontaneità che avevo scambiato per genuina, quando in realtà era intrisa di sottocultura e stereotipi. Giusto, avevo detto “basta cose brutte”: riempiamo il mondo di bellezza, di arte di passione!Da dove potrei iniziare? Dalla visione di un film che mi ha spronato a mettermi in gioco e rimettermi in forma? O dal vedere delle stoffe e pensare che potrei farne un cappotto. Oppure dal leggere quel libro fino alla fine e scoprire che non si deve mai giudicare dalle prime 300 pagine.