Cerca

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Mese

maggio 2017

Il Mago

Sorgente: Il Mago

Animali da palestra: la Spacciatrice di Libri 


Sono sempre più convinta di aver scelto la palestra più adatta a me. In primis per la maestra: sorridente e rotonda al punto giusto, caratteristica da non sottovalutare; gusti personali, lo so, ma a me quelle troppo ginniche, tendenti al militare, fanno paura. La penso come Vecchioni in fatto di donne: quelle con il pisello, le signorine Rambo, le lascio agli altri, a quelli che sicuramente prendono l’attività fisica più seriamente di me e fanno bene, a me non riesce prendere niente sul serio, sono la solita idiota da sempre. Tornando alla maestra, più che allenare, ci tiene a bada, cerca di addestrare i vari animali da palestra; non sempre ci riesce, ma almeno ci prova. Già all’ingresso si capisce che la palestra non è di quelle convenzionali: la mattina ti apre le porte un tipo a metà tra un favollo tisico e un abitante di Frittole, ha li sguardo da piacione, ma in fondo dietro a quel carnato caraibico anche a dicembre, c’è una brava persona. Tra i miei “colleghi” preferiti, c’è la “spacciatrici di libri”. Ormai siete a conoscenza della mia dipendenza dall’inchiostro su carta, dal fruscio del volta pagina, dal mondo nascosto che mi aiuta a capire o sopportare quello reale. Questa creatura dagli occhi brillanti, il capello ricciolo, lo smalto uguale alla borsa, sembrerebbe uscita dal bosco delle fate, se non fosse che dalla sua bocca escono stornelli in dialetto che probabilmente le uccidono le fate. L’ultima dose che mi ha passato si intitola “La gemella sbagliata” di Ann Morgan. Mi sono gustata il libro sabato pomeriggio, sul treno Livorno/Roma, l’ho letto molto volentieri anche se è un libro non proprio piacevole per chi ha dei gemelli. La storia regge, si legge volentieri, ci credi poi dubiti e infine esclami “Boia che stronza!”.  Aspetto con ansia la prossima dose.

L’eleganza del latino

C’è poco da fare: con la tecnologia non ci puoi ragionare, non c’è verso; segue schemi, combinazioni prestabilite, non puoi trovare un compromesso. Oggi, per esempio, ho dovuto litigare per venti minuti buoni buoni con la password per l’ID Apple. Mi hanno voluto cambiare la precedente, non so bene per quale motivo, e la nuova deve contenere: una maiuscola, un carattere speciale, un numero, una parte del codice di Amurrabi, le prime tre righe della Stele di Rosetta, ma sopratutto non deve essere simile ad una password usata nell’ultimo anno…No, dico e poi? Già faccio fatica a ricordarmi il numero di cellulare, perché dovrei fare tanta fatica per una password a cui non è legata nessuna carta di credito, nè tantomeno nelle app ci sono nascosti chissà quali segreti, al massimo se mi entrano nel profilo si fanno due partitine a Ruzzle e si guardano due foto idiote fatte con Snapchat. Quindi, con l’eleganza innata che mi contraddistingue, dopo aver provato varie combinazioni, ho ceduto alla parte animale che è in me e ho digitato come nuova password: “Aveterottoilca**o5” !! Sono piccole soddisfazioni che nella vita fanno bene, fai capire alla tecnologia chi è che comanda, che comunque a progettare il tutto è un essere umano… almeno fino a quando Pena e Panico di chiedono la password per scaricare un giochino e lì, dandoti un tono, dici: “Ve la scrivo io perché l’ho messa in latino”. Sono proprio una brutta persona.

Frau, La Mitica e le mamme di oggi.

Sorgente: Frau, La Mitica e le mamme di oggi.

Sport da spiaggia 

Sorgente: Sport da spiaggia 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

A Coffee on 34th Street

personale di Nina B.

sentieri d'autore

il sito per far viaggiare i tuoi desideri, a piedi e in bicicletta

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Parole Libere

Cogli tutto, i profumi, i colori, gli odori e i sentimenti, poi prendi in mano una penna e scrivi scrivi scrivi.

silviAdventure

Le mie avventure intorno al mondo

JON THE WILD SIDE

I know for sure, life is beautiful around the world...

da Zero a Infinito

Una, nessuna... infinite potenzialità e un unico protagonista "la persona". Storie ed esperienze apprese, vissute e narrate... da qui.

il blog di raperonzola

ricette, esperimenti culinari e pensieri di mamma

DialetticaMente blog

L'uomo è vittima di un ambiente che non tiene conto della sua anima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: