Sono veramente sorpresa di essere stata nominata per ben due volte per il LIEBSTER AWARD. È inutile fare discorsi: si scrive per essere letti ed essere letti e nominati per un premio, seppur virtuale, è un traguardo. Si guadagna e si offre visibilità in un clima di supporto reciproco ed espressione di stima. Ecco, possiamo fare che vi stimo tantissimo anche se spezzo la catena? Non giudicatemi male, ma proprio non ci riesco: rispondere a 11 domande, farne altrettante, senza uno scopo ben preciso non mi piace; diamoci un tema e scriviamo qualcosa, magari a cadenza quindicinale, rendiamo la cosa meno sterile. Visto che sono in vena di confidenze la dico tutta: siamo sicuri di essere nominati perché il blog vale davvero o perché dovevano raggiungere il numero ?!? Odiatemi tranquillamente tanto all’inferno ci andrò di già.

Annunci