Quindici giorni senza figlie sono tanti, si corre il rischio di dimenticare di averle e avere un trauma ritrovandosi con due scimmiette urlanti che ti fracassano le palle per ogni cosa e un’adolescente che sembra agonizzare per ogni affermazione. Tutto questo mi convince che il prossimo anno non sarebbe male spedirle tutte e tre in un bel campo scuola nell’Est Europa: dicono che lì insegnino il rispetto e l’educazione alla vecchia maniera.

Annunci