La scelta del film da vedere è vincolata da vari fattori, il principale è cercare un piccolo cinema indipendente non legato alle varie multisala. Le alternative sono poche ma molto valide. Scelgo il teatro La Gran Guardia, guardo cosa propone e decido di portare Pena&Panico a vedere Il Piccolo Principe. A conferma di aver fatto la scelta giusta mi è arrivata quando una mamma tamarra abbestia  che con un’eleganza inaudita uscendo dal cinema ha esclamato “Oibò mai più ! Marsha e orso la prossima vorta!” ,ho guardato la mia amica e ci siamo dette “sarà bellissimo!!”. E così è stato! È inutile fare un confronto libro/film perché da che mi ricordo i film hanno sempre perso, non si puo ricreare la bellezza che si nasconde dietro ad ogni pagina da sfogliare, dietro ad ogni personaggio immaginato, dietro alle emozioni delle parole; inoltre il film non è una fedele riproduzione ma propone una storia moderna in cui il perno centrale è l’opera di Antoine de Saint-Exupéry. Il risultato è piacevole, commovente, divertente. Ho trovato interessante i diversi stili di animazione che variavano in base alla storia narrata e soprattutto lo hanno apprezzato anche le piccole belve che finito il film mi hanno chiesto di comprargli il libro. Credo sia il giudizio più stellato che un film possa ricevere.