Per non sbagliare quest’anno i regali che farò avranno un unico filo conduttore: saranno “boomerang gifts” a basso impatto. Piccoli a parte, i pochi adulti a cui farò un dono, non certo per mio diletto ma per assurde convenzioni cui la mia dolce metà non riesce a fare a meno, riceveranno un oggetto che se torna indietro non reca danno, né morale né economico. 

Dopo anni di sbattimenti e soldi spesi inutilmente, per cercare di accontentare gli altri, quest’anno ho deciso di giocare d’astuzia. Ad esempio alla mia cara suocera che, puntualmente, non riesco mai ad accontentare perché o non indovino la taglia o non colgo il colore adatto o semplicemente perché il regalo non le piace e verso maggio lo vedo spuntare in casa mia, ho pensato di comprare qualcosa che non mi crea problemi ritrovarmi in casa (anzi), così le ho preso un pollo biologico da 3kg. Immagino già la scena. 

Inizialmente avevo pensato anche ad un bell’ingresso alle terme per due, ma c’era il rischio che non venisse respinto.

  

Ci sono poi anche quei regali che fai con il cuore, quelli che non hanno bisogno di una festa, per quelli di solito mi reco in libreria, ma questa è un’altra storia.

Annunci