Dopo un primo stop alla palestra, dovuto al viaggio a Londra, ne è seguito un’altro dovuto a una lieve forma influenzale, così stamani ho deciso di riprendere in maniera soft con del sano pilates.
Non essendoci la nostra maestra di fiducia convinco Anna a seguire il corso del maestro. Lei tituba, sostiene che sia noioso, con la voce deprimente, ma riesco ugualmente a convincerla. Arriviamo che ci sono già diverse persone e sinceramente dovrei farmi qualche domanda sull’età media dei presenti, ma sono troppo concentrata a preparare gli attrezzi.
Dopo un inizio molto classico parte con dei movimenti assurdi tanto che guardo Anna e le dico ” sorridi secondo me ci stanno riprendo di nascosto”. Demoralizzata dai movimenti assurdi (per intenderci sembravamo Totò quando faceva l’egiziano) mi concentro sulla musica e lì inizia la tragedia: si sono susseguiti per tutta la lezione di pilates Umberto Tozzi, i Nomadi, Laura Pausini, e quando è partita “Chi fermerà la musica ..”non ho resistito, ho guardato Anna e le ho detto “sono solo le 11 io un’altra mezz’ora non resisto, andiamo” e con eleganza, perché sono sempre convinta che ci fossero delle telecamere, siamo andate a casa.

Annunci